All’avanguardia dell’innovazione

Una ballerina danza con la proiezione in 3D di sé stessa

La ballerina contemporanea Paige Fraser si esibisce a fianco di una proiezione di sé stessa, dimostrando come la nuova tecnologia di rilevamento della profondità può creare un’esperienza coinvolgente.

La mamma di Paige Fraser lavorava a breve distanza da una scuola di danza nel Bronx e non appena sua figlia, una bambina molto vivace, compì quattro anni, la iscrisse a lezione di ballo. Quel giorno ha cambiato la vita di Paige per sempre; era il giorno in cui ha trovato la sua vocazione.

Paige è una ballerina professionista. La ventiquattrenne giamaicana è stata la prima Clara afro-americana nella versione scolastica dello Schiaccianoci. Ha partecipato al tour internazionale del rinomato corpo di ballo Ailey II ed è membro fondatore della Visceral Dance Company, una scuola di danza contemporanea di Chicago.

Paige è una persona di successo sotto tutti i punti di vista, ma ci sono stati giorni bui in cui si è sentita cadere il mondo addosso. All’età di 12 anni le venne diagnosticata la scoliosi, una grave incurvatura della spina dorsale. Le venne detto che non sarebbe mai stata una ballerina professionista.

“Ero confusa e travolta dagli eventi”, ha affermato Paige. Doveva indossare un busto per andare a scuola e per dormire. I medici le avevano prospettato la necessità di un intervento chirurgico, e che le avrebbero dovuto inserire delle piastre metalliche nella schiena: una notizia devastante.

INCOH30996_RealSense_Dance_9600-e1456856218737-it

A questo punto, però, i suoi genitori trovarono un chiropratico specializzato nella cura dei ballerini che le prospettò una strada alternativa all’intervento chirurgico. Sarebbe stato necessario un duro lavoro, un impegno costante e moltissima perseveranza, ma i Fraser non avevano dubbi che la loro figlia potesse farcela.

Lo scorso autunno Intel ha avviato una collaborazione con Fraser, con il coreografo Tone Talauega e i Mirada Studios per individuare un modo unico di raccontare la storia di Paige, ricca di ispirazione, impiegando la tecnologia.

Con l’ausilio di 18 videocamere Intel RealSense montate su PC basati su processori Intel Core di sesta generazione, il team ha creato un riflesso etereo di Paige che seguiva i suoi movimenti durante la danza.

Tone Talauega ha curato le coreografie di artisti come i Backstreet Boys, Jennifer Lopez, Chris Brown e Pink. Ha usato la storia di Fraser per realizzare la coreografia: inizia la danza piegata verso il basso, assumendo pose astratte che rappresentano la scoliosi e la sofferenza. In seguito passa a movimenti più potenti e atletici in cui ritrova sé stessa, apre il busto e se ne libera per sempre.

INCOH30996_RealSense_Interview_8075-e1456856041118-it

“Questo è un modo incredibile di fondere la creatività umana con il potere della tecnologia”, ha affermato Talauega. “Abbiamo forzato il limite creando qualcosa che non è mai stato fatto prima. Il futuro appare radioso quando riusciamo a capire come armonizzare umanità e tecnologia”.

paige_pic_paige-prefers-e1456895448722-it

“La tecnologia è lo strumento che ci consente di raccontare la storia”, ha affermato Andy Cochrane, Digital Director dei Mirada Studios, uno studio che si occupa di effetti visivi ampliando gli orizzonti della tecnologia e la sua capacità di accompagnare l’arte dello storytelling. Ha affermato che volevano mostrare la lotta di Fraser e la sua perseveranza in un modo universale, che consentisse alla persone di entrare nel profondo della storia.

Realizzando un ambiente che reagisce ai movimenti di Fraser, il team ha potuto raccontare una storia unica. Paul Tapp, Director of Technology di Intel Marketing, ha affermato che la tecnologia Intel RealSense e la capacità di percepire la profondità offrono una nuova opportunità nei campi dell’espressione e della creatività, e il suo potenziale inizia dispiegarsi solo ora.

“È un modo ideale di mostrare come sia possibile liberare la creatività di una ballerina, grazie a RealSense e all’High Performance Computing”, ha affermato.

INCOH30996_RealSense_Dance_9123-e1456856113787-it

I visitatori del Consumer Electronics Show 2016 hanno potuto guardare la performance dal vivo di Paige Fraser sotto i riflettori.

Per Fraser, che ha affrontato anni di alti e bassi in una professione competitiva, avere una partner di ballo sotto forma di proiezione è come avere un’altra sé stessa che danza insieme a lei. Durante la danza, intorno a Fraser cadono massi giganti, ma lei riesce a frantumarli con un calcio potente o una spinta decisa. Nel frattempo, il suo doppio in 3D segue ogni movimento, quasi spalleggiando il suo coraggio.

“Mi sento come se la mia essenza danzasse con me”, ha affermato Fraser, aggiungendo che la ballerina Intel RealSense incarna la sua lotta, le difficoltà che sta superando e il messaggio ad altri atleti e ballerini di continuare a seguire le proprie passioni. Ha affermato di esprimere così tanta emozione durante la performance da sentirsi cadere, mentre si avvicina al bordo di un baratro.

“La ballerina RealSense è lo spirito che porto con me ovunque vada”, ha affermato.  “È quella vocina dentro di me che mi incoraggia, mi sprona… e conferma la mia forza interiore. Quando lo faccio da sola, riesco a lasciarmi andare e a sentirmi libera”.

Cochrane di Mirada afferma che la tecnologia Intel RealSense consente ai computer di comprendere il mondo in un modo completamente nuovo. “È un nuovo paio di occhi”, ha affermato.

 

Condividi questo articolo

Argomenti correlati

Intrattenimento

Leggi il successivo

Read Full Story