Game On!

Prestazioni di gaming potenziate in Windows 10 grazie a DirectX 12

 

Sono stati fatti molti passi avanti relativamente alle nuove funzionalità di gaming in Windows 10 e DirectX 12 (disponibile appunto con il nuovo sistema operativo), ma c’è una caratteristica «nascosta» che potrebbe rappresentare un potenziamento interessante e gratuito per tutti i videogamer.

Ogni gamer sa benissimo che, se aspira alla migliore esperienza di gioco, deve mirare ad avere la migliore grafica che si può permettere. Di solito si raggiunge questo obiettivo tramite una scheda dedicata, come nVidia o AMD, anche se molti sistemi odierni sono dotati di qualche tipo di soluzione grafica integrata.

«Scaricando gran parte del lavoro di post-elaborazione su una seconda GPU, la prima si libera per avviare il fotogramma successivo, migliorando il frame rate complessivo»

Se in passato nessun videogamer poteva contare sulla grafica integrata nel sistema, una nuova API in DirectX 12 potrebbe utilizzare i chip finora inutilizzati per migliorare le prestazioni dello schermo. Questa funzionalità, denominata Multiadapter, implica che i videogame possono sfruttare diverse GPU, in modo simile a come già accade per altre tecnologie, come Crossfire e SLI. Multiadapter supporta infatti entrambi questi standard, oltre a qualsiasi grafica integrata.

Mentre per Crossfire e SLI le due schede devono essere identiche, con Multiadapter non è necessario. Se implementata in modo appropriato, questa tecnologia consente al sistema di inviare informazioni univoche a ciascuna scheda per fornire una marcia in più alle prestazioni della grafica.

E infatti Multiadapter funziona in due modalità: implicita ed esplicita. Nel primo caso funziona più o meno come nella versione precedente di DirectX, in cui l’API esegue un rendering alternato di fotogrammi attraverso le GPU collegate con SLI o Crossfire. Nel secondo le cose sono un po’ diverse. Se il sistema ha collegato le GPU (SLI, ecc.), le vedrà come una GPU unica, in modo che possano funzionare insieme con maggiore efficienza, condividendo le risorse nei flussi rilevanti.

DirectX 12 sfrutterà l'hardware al massimo per migliorare i vostri videogame preferiti.
DirectX 12 sfrutterà l’hardware al massimo per migliorare i vostri videogame preferiti.

Ed è con Multiadapter scollegato che le cose si fanno particolarmente interessanti, poiché è proprio ora che il sistema è in grado di funzionare con diverse marche e tipi di GPU, tanto integrate quanto dedicate. Il vantaggio principale è che otterrete prestazioni supplementari dal sistema senza spendere un centesimo in più.

Questo aspetto è spiegato nel post di un blog pubblicato da Microsoft: “Praticamente tutti fanno uso della post-elaborazione per rendere i giochi preferiti visivamente straordinari; ma questo tipo di post-elaborazione non è a costo zero.  Scaricando parte del lavoro di post-elaborazione su una seconda GPU, la prima si libera per avviare il fotogramma successivo, ancor prima che sia possibile migliorare il frame rate complessivo”.

I vantaggi non saranno enormi, ma impiegando hardware altrimenti non utilizzato il potenziamento sarà a costo zero.
I vantaggi non saranno enormi, ma impiegando hardware altrimenti non utilizzato il potenziamento sarà a costo zero.

Tutto ciò può sembrare abbastanza semplice, ma occorre un’importante precisazione. Perché tutto questo funzioni, l’API deve essere supportata dal videogame in cui siete impegnati. E ciò accadrà senza ombra di dubbio tra un po’ di tempo, non diversamente dal supporto multi-core e tecnologie come Hyper-Threading. – Henry Tucker (@tuckski)

Condividi questo articolo

Argomenti correlati

Gaming

Leggi il successivo

Read Full Story