Modder ecologici: i PC personalizzati possono ridurre i rifiuti elettronici?

Il modding dei PC diventa ecologico man mano che i costruttori di PC su misura ispirano i consumatori ad acquistare opere d’arte tecnologiche invece di prodotti elettronici usa e getta.

Il suono dei mattoncini LEGO che si incastrano è ormai solo un rumore bianco per il costruttore di PC Mike Schropp, che utilizza migliaia di pezzi di plastica per rivestire i suoi PC ecocompatibili realizzati su misura.

I computer personalizzati di Schropp sono progettati per adattarsi alla tradizionale breve durata dei prodotti elettronici e per superarla. Con la personalizzazione e la possibilità di aggiornamento integrate nel progetto, spera di cambiare il rapporto dei consumatori con i loro PC passando da un’infatuazione a breve termine a una proprietà a lungo termine.

“Il mercato dei PC desktop tende a essere imperniato sulle persone che acquistano una scatola nera di metallo, che poi a un certo punto gettano via per acquistarne un’altra”, ha detto Schropp. “Ciò produce un’immensa quantità di rifiuti e una pressione enorme sull’ambiente.”

Micro Lego Computer Modding ecologico
Realizzato su misura da Mike Schropp, il sistema Micro LEGO Computer offre spazio all’espansione del sistema grazie a moduli di mattoncini LEGO integrativi. Immagine per gentile concessione di Mike Schropp.

Altri hanno aderito alla causa di rendere l’acquisto di PC migliore per l’ambiente. Questi cosiddetti “modder ecologici” sperano che i loro PC aiutino le persone a creare un rapporto duraturo con i computer artigianali personalizzati. Creazioni come i PC LEGO di Schropp e il Volta V, un PC sostenibile fatto a mano e rivestito in legno, sono progettati per far riflettere i consumatori prima di sbarazzarsi di queste opere d’arte tecnologiche.

Ridurre, riutilizzare e riciclare

Il passaggio a un consumo di tecnologia più responsabile non poteva avvenire in un momento migliore. Secondo la United Nations University, i rifiuti elettronici ammontavano nel 2014 a quasi 41,8 milioni di tonnellate.

Il modding sostenibile rientra in uno sforzo costante più ampio per affrontare lo spreco tipico della cultura tecnologica. Nel 2007 Sony ha implementato un programma di recupero e riciclaggio di prodotti elettronici, mentre Sprint e Dell hanno stretto una collaborazione analoga con l’Environmental Protection Agency (EPA) nel 2011 per favorire la donazione e il riciclaggio di prodotti elettronici.

L’EPA ha lanciato nel 2012 il programma Sustainable Materials Management Electronics Challenge (sfida per la gestione sostenibile dei componenti elettronici) per incoraggiare un maggior numero di produttori e rivenditori di elettronica a utilizzare aziende certificate per il ricondizionamento e il riciclaggio di elettronica. Nel 2016, i partecipanti alla sfida hanno raccolto più di 256.822 tonnellate di prodotti elettronici. Questo volume di riciclaggio di elettronica equivale a generare elettricità sufficiente per oltre 90.000 abitazioni statunitensi per un anno.

Opere d’arte tecnologiche

I modder ecologici devono affrontare il grande problema di cambiare la percezione dei consumatori sull’aspetto di un PC ecologico. Jeffrey Stephenson, detto Slipperyskip, un costruttore di PC artigianali, ha scoperto che un deterrente allo spreco è convincere i clienti che i computer possono essere oggetti dal design artistico. I suoi case anni ‘50 realizzati a mano, ad esempio, si abbinano perfettamente agli altri mobili artistici che popolano il suo salotto.

Jeffrey Stephenson Modding ecologico
I case per PC personalizzati di Jeffrey Stephenson si inseriscono nell’arredamento delle abitazioni come opere d’arte tecnologiche. Immagine per gentile concessione di Jeffrey Stephenson.

Convinto che i PC dovrebbero inserirsi armoniosamente nell’arredamento di una stanza, Stephenson ha rifiutato l’elettronica che fa l’effetto di un dito nell’occhio, evitando accuratamente i PC prodotti in serie realizzati con plastica, acciaio e luci a LED.

Ty Underwood, uno dei progettisti di Volta V, concorda sul fatto che il design sostenibile dovrebbe essere gradevole da vedere. Insieme al suo team, ha scelto di utilizzare materiali naturali che diventano più belli col passare del tempo.

“I mobili di legno ben costruiti sviluppano nel tempo colore e carattere”, ha spiegato Underwood. “Un requisito indispensabile della sostenibilità è creare un oggetto che l’utente vuole tenere, eliminando l’effetto di ‘invecchiamento percepito’.”

Il team di Volta V, con sede a Greenville in Carolina del Sud, si è attenuto a un meticoloso procedimento di prototipazione per trovare i materiali maggiormente ecocompatibili. Il legno non solo doveva essere bello, ma anche provenire da fonti sostenibili, essere in grado di sostenere la lavorazione di precisione con le macchine CNC ed essere resistente al calore generato dall’hardware. Dopo vari tentativi con noce, bambù, ciliegio, hickory, frassino, quercia e qualche altro tipo di legno, Volta V ha deciso di utilizzare legno da costruzione proveniente dagli Stati Uniti.

Il risultato? “I computer dell’anno prossimo non faranno sembrare il Volta V di quest’anno datato e monotono perché avrà sempre un aspetto magnifico”, ha affermato Underwood.

Modder ecologici: case per PC in legno
Lo chassis Volta V usa legno sostenibile lavorato a mano proveniente dagli Stati Uniti. Immagine per gentile concessione di Volta V.

Inoltre, trovare hardware ecocompatibile significa continuare a usare prodotti privi di minerali provenienti da zone di conflitto. Underwood usa i microprocessori Intel, che provengono da miniere non legate a conflitti nel Congo orientale e forniscono ai minatori un ambiente di lavoro sicuro.

Aggiornare invece di sostituire

Un altro modo in cui i modder ecologici stanno attirando vendite è l’enfasi sulla possibilità di aggiornamento. I case LEGO di Schropp richiamano l’attenzione sulla longevità tramite hardware piuttosto che sui materiali artigianali. Più un acquirente aggiorna il suo sistema e meno rifiuti saranno mandati nelle discariche.

Secondo Schropp, la possibilità di aggiornamento dissuade i clienti dal disfarsi di sistemi datati incoraggiandoli a investire in riparazioni. Rivestendo i PC con un’estetica nostalgica basata sul LEGO, invita i consumatori a ripensare a un tempo in cui l’immaginazione era il solo limite a quello che potevano costruire. È convinto che questi case senza vincoli siano sempre maturi per la sperimentazione.

Malgrado i diversi approcci, i modder ecologici concordano su un concetto fondamentale quando si tratta di PC ecocompatibili: i consumatori non devono sacrificare la potenza a favore della sostenibilità. L’hardware di alta qualità viene progettato pensando alla longevità.

Underwood è d’accordo sul fatto che riempire lo chassis artigianale di Volta V con componenti premium prolunga la durate del case. Un piccolo investimento iniziale assicura prestazioni, funzionalità e durata prolungate.

Modding ecologico: interno di un PC personalizzato
Utilizzare componenti di alta qualità contribuisce a mantenere longevi i PC personalizzati. Immagine per gentile concessione di Volta V.

Vuoi per la possibilità di aggiornamento, vuoi per la bellezza puramente estetica, il movimento dei modder ecologici porta i PC fuori dall’ambito degli articoli prodotti in serie. Attraverso la personalizzazione e la qualità della lavorazione, sperano di favorire un rapporto personale tra il consumatore e il suo computer.

“Più le persone si sentono vicine alla creazione e alla manutenzione degli oggetti che le circondano e più si sentono coinvolte emotivamente nel creare un futuro migliore per la gente e per il nostro pianeta”, ha affermato Underwood.

Condividi questo articolo