Mini PC, sempre più piccoli e invisibili

Negli ultimi anni il costante ed inarrestabile processo di miniaturizzazione delle componenti hardware ha portato alla creazione di prodotti unici. Ultrabook, dispositivi 2 in 1, tablet e smartphone hanno rivoluzionato il nostro modo di concepire la tecnologia diventando sempre più piccoli e portatili. Oggi sono infatti presenti sul mercato innumerevoli soluzioni, per qualsiasi esigenza si possa avere. In contemporanea questo processo di evoluzione sta portando nuovi cambiamenti: in futuro i Mini PC non saranno più come siamo abituati a pensarli, bensì avranno le dimensioni di una carta di credito e potranno essere inseriti all’interno di ogni oggetto che ci circonda. Andiamo a scoprire insieme qual è l’attuale stato dell’arte nel mercato dei Mini PC, dispositivi che stanno portando e porteranno un’importante rivoluzione in ambito computing.

Nel mondo dell’informatica i computer sono quasi sempre stati ingombranti e pesanti, pensati per essere posizionati sotto la scrivania ed essere utilizzati in maniera fissa. Ancora oggi è possibile acquistare o assemblare un classico PC a torre, ma al tempo stesso esistono soluzioni originali ed innovative come appunto i Mini PC, veri e propri computer racchiusi in un piccolo case e capaci di offrire la stessa esperienza in mobilità senza sacrificare le prestazioni.

 

Intel NUC, il Mini PC per tutti


 

Tra le principali soluzioni in questo segmento di mercato vi è Intel NUC, acronimo di Next Unit of Computing, gamma di Mini PC pensata e creata da Intel stessa. All’interno del case, grande poco più del palmo di una mano, è possibile trovare componenti hardware per tutte le esigenze.

Rispetto alle precedenti generazioni di PC, Intel NUC può essere posizionato facilmente nel salotto di casa per godere di film in 4K sulla TV oppure può rappresentare la soluzione ideale per ridurre l’ingombro sulla scrivania, mantenendola ordinata grazie alla possibilità di posizionare NUC dietro qualsiasi schermo con attacco VESA.

Al tempo stesso Intel ha realizzato una versione di NUC pensata per i gamers più esigenti e denominata NUC6i7KYK, con form factor ancora più compatto, che integra un processore Intel Core i7 di sesta generazione, il tutto unito ad un’elevata portabilità ed alla connettività di un classico computer desktop.

 

Intel Compute Stick, la chiavetta che racchiude un PC


 

I progressi realizzati nel mondo hardware sono uno dei principali motivi che hanno portato alla nascita di soluzioni ancor più compatte, proprio come l’Intel Compute Stick. Un prodotto che deriva dalla necessità di espandere l’attuale esperienza di computing, portandola ad un livello superiore, in cui portabilità, flessibilità e semplicità sono i principali elementi di base.

Non a caso, Intel Compute Stick trasforma qualsiasi TV o monitor HD in un computer completo: basta estrarlo dalla confezione per poter iniziare fin da subito   ad utilizzare il sistema operativo Windows 10. Questa soluzione può essere dotata sia di processori Intel Atom che di Intel Core M, mentre le porte USB 3.0 integrate permettono di espandere la memoria di archiviazione ed eventualmente collegare periferiche esterne non wireless.

Rispetto ai classici computer desktop e notebook, questo dispositivo ha dimensioni estremamente ridotte e per questo può stare comodamente nella tasca dei pantaloni, realizzando il sogno di chi è alla ricerca di un prodotto completo, affidabile e da utilizzare in più contesti, dall’home entertainment fino al mondo scolastico – con l’ovvio vantaggio di poterlo portare sempre con sé.

Inoltre, tantissimi altri produttori hanno deciso di realizzare soluzioni simili impiegando comunque tecnologia di processore Intel, per offrire la miglior esperienza possibile.

 

Intel Compute Card, il futuro è già presente

 

 

Se da un lato i Mini PC, per come li conosciamo oggi, hanno raggiunto dimensioni compatte, impossibili da immaginare fino a qualche anno fa, dall’altro il processo di miniaturizzazione delle componenti hardware ha dato il via alla nascita del mondo IoT, ovvero l’Internet delle Cose.

È ormai chiaro come l’Internet of Things rappresenti il futuro del computing, e nessuno vuole rimanere indietro nella corsa al cambiamento: per questo al CES 2017 di Las Vegas Intel ha svelato Compute Card, un piccolo PC poco più grande di una carta di credito. Al suo interno troviamo tutte le componenti di un classico computer: conterranno anche un processore Intel Core di settima generazione, memoria, archiviazione, connettività wireless e porte di input e output.

L’obiettivo di Intel Compute Card è quello di essere una soluzione completa per i dispositivi intelligenti del futuro. Il suo debutto, previsto entro metà 2017, permetterà di dare uno sguardo in avanti, verso un futuro in cui i PC avranno le dimensioni di una carta di credito e potranno essere portati davvero sempre con sé, chiusi in una tasca o addirittura nel portafogli.

 

I Mini PC saranno quasi invisibili

 

Siamo di fronte ad un momento in cui i Mini PC sono racchiusi all’interno di case di ridotte dimensioni e permettono di avere performance molto buone, capaci di soddisfare la maggior parte degli utenti. Il presente è ricco di soluzioni all’avanguardia, che permettono di abbandonare il classico stereotipo di PC desktop da riporre sotto la scrivania. Il futuro che ci aspetta sarà ancor più ricco di novità, ed in questo contesto Intel Compute Card rappresenta già la pietra miliare di un mercato in continua evoluzione.

di Alberto Marini

Photo Credits:

Intel Mini PC: Sarah Tew/CNET

Intel NUC

Intel Compute Stick

Intel Compute Card

Condividi questo articolo