L’inarrestabile crescita del gaming: un mondo in continua evoluzione

Il mondo dei videogiochi sembra essere inarrestabile. Un’industria multimilionaria che infrange ogni record anno dopo anno. Nel 2016 il mondo del gaming ha registrato vendite per 91 miliardi di dollari, cifra che sembra essere destinata al salire entro la fine del 2017 e l’inizio del 2018.
Nel mondo mobile ormai regna sovrano il casual gaming e la nuova generazione di console cerca di accaparrarsi una fetta di mercato a colpi di esclusive. È evidente che l’universo del gaming non conosce crisi e, nonostante i costi dei singoli titoli siano sempre più alti, ai consumatori non importa: qualunque prezzo purché l’intrattenimento offerto sia all’altezza delle aspettative.

 

 

 

 

Le novità in ambito gaming

Ogni anno si cerca di spingere le frontiere dell’intrattenimento verso nuovi orizzonti. Giganti come Apple e Google hanno lanciato kit per sviluppare la realtà aumentata e nel prossimo anno dovremmo vedere un’enorme crescita dietro questa nuova tecnologia. Già nel 2016 abbiamo osservato il fenomeno Pokémon Go, che ha ampiamente superato il miliardo di ricavi e può essere definito il primo videogioco virale a fare uso della realtà aumentata. E questo sembra essere solo l’inizio!

 

Realtà virtuale

La realtà virtuale d’altra parte fa più fatica a decollare.
L’assenza di un vasto parco titoli a disposizione e l’elevato costo dei visori fanno sì che questa tecnologia faccia fatica ad entrare nelle case dei consumatori. Comunque nei prossimi anni potrebbe esplodere, ed il trend seppure lento, è sempre in crescita.

Sony si è lanciata nel mercato con PlayStation VR e molti produttori come HTC e Oculus Rift stanno cercando di fare lo stesso nel mondo PC, dove grazie a CPU come i più recenti processori Intel Core di ottava generazione e schede video sempre più potenti, è molto più semplice ottenere delle prestazioni elevate in grado di sostenere i pesanti requisiti richiesti dalla realtà virtuale.

 

 

 

 

Il regno del PC

Anche il fenomeno degli eSport non accenna a rallentare: nel 2016 hanno generato un fatturato di 892 milioni che sembra essere destinato a crescere nel 2018 e sono proprio i pro gamer a preferire la piattaforma PC. Grazie alle elevate prestazioni che solo i PC sanno garantire e l’elevata configurabilità in ambiente desktop, il mercato dei PC dedicati al gaming e sempre più in crescita.

Il mercato del gaming sta spingendo l’hardware sempre più al limite, PlayStation e Xbox hanno dovuto fare l’upgrade al proprio hardware per riuscire a supportare giochi in 4K a 60 frame al secondo e nei prossimi anni vedremo sempre più giochi con grafica e tecnologia foto realistica. I PC sono sempre un passo avanti riguardo alla grafica grazie alle potentissime schede video e le CPU sempre più performanti, per cui riescono sempre a soddisfare i gamer più accaniti.

 

 

 

 

Sviluppo di videogiochi

I videogiochi sono la categoria più complessa di software da sviluppare, i produttori di hardware devono sempre cercare di rimanere al passo con i tempi, o meglio ancora, di essere proiettati verso il futuro. Quest’anno abbiamo visto piattaforme come Unity dedicate allo sviluppo di videogiochi prendere finanziamenti sostanziali portando il valore dell’azienda a 2.6 miliardi di dollari, dati che dimostrano il valore generato dal mondo del gaming.

Proprio lo sviluppo dei videogiochi sta spingendo la produzione di PC sempre più performanti, questo perché lo sviluppo è una della attività più stressanti per l’hardware presente sui PC: se si pensa che per sviluppare un piccolo gioco 2D per smartphone basta un PC di fascia media, ma appena ci si sposta sul 3D è necessario avere CPU ultra performanti, schede video di ultima generazione e tanta RAM a disposizione.

 

Marco Mignano – www.gamedevelopertips.com

Condividi questo articolo

Read Full Story