Innovazione tecnologica

Ecco i robot per il retail che potenziano i punti vendita

Dean Evans Technology Writer Twitter

Una delle tendenze più significative viste al CES di quest’anno è rappresentata dai robot domestici come Kuri, alto circa 50 cm e simile ad Amazon Echo ma dotato di ruote o Hub Robot di LG, un assistente domestico animato con intelligenza basata su Alexa. Si tratta di passi avanti significativi rispetto agli aspirapolvere robotici e ai giocattoli per bambini.

Tuttavia, i primi robot che vedrete potrebbero non essere in casa vostra, ma nei negozi. Il tipo di negozio in cui magari non vi avventurate più perché acquistate online. Potreste non rendervene conto, ma il futuro del commercio al dettaglio sta diventando sempre più robotico e algoritmico. Si tratta di un upgrade ad alto contenuto tecnologico in grado di salvare le sorti dei negozi tradizionali.

Abbiamo già visto i robot per le consegne di Just Eat sfrecciare sulle strade di Londra e i droni di Amazon Prime Air solcare i cieli di Cambridge. Abbiamo persino visto Amazon Go iniziare la sperimentazione con la gestione intelligente degli scaffali e lo shopping senza cassa.

Amazon intende utilizzare droni per consegnare i pacchi in modo sicuro entro 30 minuti ai clienti Prime.
Amazon intende utilizzare droni per consegnare i pacchi in modo sicuro entro 30 minuti ai clienti Prime.

I recenti sviluppi nel settore dell’intelligenza artificiale e della robotica hanno la potenzialità di alleviare il lavoro del personale, migliorare l’efficienza aziendale e l’esperienza di shopping, facendo in modo che i clienti ritornino a frequentare i negozi fisici. Il segreto per rivitalizzare i punti vendita consiste nell’ottimizzare lo sfruttamento dei dati.

Recentemente, alla fiera della National Retail Federation (NRF 2017), che si è svolta all’inizio di quest’anno, abbiamo potuto sperimentare che cosa ci potrebbe riservare il futuro robotico. Il CEO di Intel Brian Krzanich ha presentato una dimostrazione di Tally di Simbe Robotics, la prima soluzione robotica autonoma al mondo per il controllo degli scaffali e l’analisi dei dati nel settore retail.

Basato su un Intel NUC con un processore Intel Core i7 al suo interno ed equipaggiato con videocamere RealSense, Tally è in grado di muoversi autonomamente in negozio per monitorare i livello dell’inventario, garantendo che i prodotti siano sempre disponibili, correttamente esposti e prezzati con precisione.

Tally di Simbe Robotics è la prima soluzione robotica al mondo per il controllo degli scaffali e l’analisi dei dati nel settore retail.
Tally di Simbe Robotics è la prima soluzione robotica al mondo per il controllo degli scaffali e l’analisi dei dati nel settore retail.

Negli Stati Uniti, il Cafe X di San Francisco ha installato un barista robotico per servire i clienti con maggiore velocità. Sempre a San Francisco, gli acquirenti che visitano il negozio Lowe’s Home Improvement potrebbero essere accolti dallo staff robotico NAVii, costituito dai cosiddetti LoweBots, realizzato da Fellow Robots.

“Abbiamo progettato il robot NAVii per agevolare l’esperienza di shopping dei consumatori, semplificando il processo di individuazione del prodotto che stanno cercando, gestendo al contempo il back-end e mantenendo l’inventario sempre aggiornato per il rivenditore”, ha affermato Marco Mascorro, CEO di Fellow Robots.

Tornando a NRF 2017, Intel ha collaborato con Shima Seiki per presentare una macchina in grado di realizzare lavori a maglia in 3D su richiesta, direttamente in negozio. Avete visto un maglione che vi piace? Non è disponibile in magazzino? La macchina per maglieria Mach2XS 153 creerà per voi un capo personalizzato su misura in meno di un’ora.

Tecnologia e robotica svolgono un ruolo importante nel settore retail anche dietro le quinte. Ocado, ad esempio, sta sviluppando una soluzione robotica per elaborare online gli ordini di acquisto (senza bisogno dell’intervento umano). Mentre la piattaforma Intel per i retail mira a combinare RFID, video, radio e altri sensori in un punto di vista a 360 gradi delle performance retail a partire dal negozio fino alla catena di approvvigionamento.

In futuro non è così lontano dalla realtà immaginare i nostri centri commerciali pattugliati da guardie robot, carrelli della spesa che non dobbiamo spingere (ci seguono ovunque andiamo) e robot come Piaggio Fast Forward Gita (raffigurato in alto), che ci porterà la spesa direttamente a casa. Il modo migliore in cui i negozi tradizionali possono rimanere rilevanti è quello di combinare la comodità (e l’efficienza guidata dai dati) dello shopping online con la personalizzazione e il servizio clienti.

Forse i negozi non sono così superati, dopotutto.

Condividi questo articolo

Argomenti correlati

Innovazione tecnologica

Leggi il successivo