Game On!

Cultura pop: il meglio di Game of Thrones sul Web

Alice Darelle Writer

Proprio così: la sesta stagione è finita e HBO ha detto arrivederci ai fan per (molto) tempo… MA L’ENTUSIASMO E IL BATTAGE PUBBLICITARIO INTORNO a questo fenomeno di CULTURA POP non svaniscono tra una stagione e l’altra. Andiamo alla scoperta di GAME OF THRONES che aleggia sul Web

 

In attesa della settima stagione…

L’annuncio dato da David Benioff e D. B. Weiss che Game of Thrones finirà nel 2018 ha scontentato molti fan. Tuttavia, per i creatori di questo programma, andare oltre l’ottava stagione è sempre stato fuori questione: “Stiamo cercando di raccontare una storia completa con un inizio, uno svolgimento e una fine. (…) Conoscevamo la fine da tempo e ora ci stiamo dirigendo rapidamente verso di essa.

La sesta stagione ha un significato particolare: per la prima volta, i creatori sono andati oltre i libri scritti da George R. R. Martin: “È uno strano fenomeno, ci troviamo in un territorio in cui cammini con le tue gambe e non puoi più contare su materiali scritti“, ha affermato Benioff in un’intervista a Deadline.

In un turbinio di annunci, HBO ha annunciato un nuovo regista per la settima stagione, che comprenderà solo sette episodi. Questa estate, Matt Shakman girerà le riprese insieme a Alan Taylor (presente nelle stagioni 1 e 2), Jeremy Podeswa e Mark Mylod.

Mentre la serie, che è diventata un imponente fenomeno di cultura pop, è stata il soggetto di alcuni studi scientifici molto seri (e in modo particolare all’Università di Stanford, in cui un corso di geologia utilizza una mappa di Westeros ed Essos come strumento didattico), sono soprattutto gli artisti che si stanno adoperando per fare in modo che la serie continui in altro modo.

L’universo di Game of Thrones mappato da Miles Traer

E in attesa della settima stagione e del ritorno della più grande paura del XXI secolo, lo spoiler, ci possiamo distrarre con le creazioni umoristiche dei fan.

Se Game of Thrones fosse un gioco rétro

Lo studio d’animazione russo Red Medusa presenta Game of Throlls, che reimmagina la serie come… un videogioco rétro! Super Mario, Tetris, Mortal Kombat, Doom, Crazy Cars molti altri. Ecco alcuni dei migliori.

Per vedere tutti i video, visitate il canale YouTube di Red Medusa

Se gli attori di Game of Thrones fossero stati in Star Wars

Dalla quarta stagione, Game of Thrones ha avuto un tocco di Star Wars, grazie alla presenza di Gwendoline Christie – il Capitano Phasma in Star Wars Episodio VII: il Risveglio della Forza – nel ruolo di Brienne di Tarth. Questo link ha ispirato l’artista canadese Andrew D. Tran a creare una serie di disegni dal titolo “Game of Star Wars”, che combina i due universi attraverso i ritratti dei personaggi principali.

“The Sith Knight King”; “Jedi General Daenerys, Mother of Rancors”; “Arya Stark, Jedi Padawan”; “Tyrion Lannister, Imp Scoundrel”

Se Game of Thrones fosse uscito negli anni ‘90

Due anni fa, sul suo canale YouTube, il musicista Mikolaj Birek ha svelato un fantastico montaggio dei titoli di testa della serie… in stile anni ‘90. Con i sintetizzatori, le tonalità seppia e le dissolvenze, ha centrato in pieno il 1995.

Condividi questo articolo

Argomenti correlati

Gaming Innovazione tecnologica Intrattenimento Stile di vita

Leggi il successivo

Read Full Story