All’avanguardia dell’innovazione

RoBird è un drone realizzato con stampa 3D che sembra un falco

 

Clear Flight Solutions realizza droni simili ad aquile e falchi pellegrini. Tuttavia, nonostante le apparenze, si tratta di robot molto complessi che integrano computer di bordo completi.

Questi uccelli robotici realizzati con stampa 3D, denominati RoBird, sono impiegati per spaventare gli altri uccelli. Utilizzano il “cosiddetto volo battuto come mezzo di propulsione”, afferma Clear Flight Solutions, “con performance di volo paragonabili a uccelli reali”. Guardate il video in fondo a questo articolo per vederne uno in azione.

“Attivando l’istinto degli uccelli tramite la combinazione di sagoma e movimento delle ali, scacciare gli uccelli diventa un’operazione controllabile…”, sostiene l’azienda. “La versione Robird del falco pellegrino è altrettanto intimidatoria per gli uccelli quanto l’animale vero. Dopo un paio di voli, la popolazione degli uccelli ha la percezione di trovarsi in un pericoloso territorio di caccia, e migra altrove”.

Robird Falcon
Il Robird è progettato per somigliare a un falco pellegrino e batte le ali in modo assolutamente realistico.

L’approccio è intelligente e i Robird si possono dimostrare particolarmente utili sui siti agricoli e nei pressi degli aeroporti, evitando cattivi raccolti e danni agli aerei.

Negli ultimi anni, l’azienda di Twente, nei Paesi Bassi, è notevolmente cresciuta, grazie anche a un investimento di 1,6 milioni di euro dal fondo d’investimento statunitense Cottonwood.

Tuttavia, il fondatore dell’azienda Nico Nijenhuis ritiene che gli uccelli da preda teleguidati non siano sufficienti, nonostante il complesso computer di bordo e l’aspetto imponente. “Il futuro di questa tecnologia è nella completa automazione”, ha detto alla redazione di iQ. Guardate come si alza in volo l’aquila Robird nel video qui sotto.

Condividi questo articolo

Argomenti correlati

Innovazione tecnologica

Leggi il successivo