All’avanguardia dell’innovazione

IFA 2015: una vetrina per l’elettronica del futuro con un lungo e importante passato

 

Dal 4 al 9 settembre, l’attenzione degli appassionati del mondo dell’elettronica si dirigerà alla volta di Berlino. La capitale tedesca ospiterà, come di consuetudine, la nuova edizione dell’IFA (Internationale Funkausstellung: Fiera Internazionale dell’elettronica), da oltre novant’anni palcoscenico di importanti novità nel settore tecnologico, capaci di influenzare i trend del mercato. Un vero punto di riferimento.

Più di 1000 espositori provenienti da 32 Paesi del mondo metteranno in mostra i propri prodotti sotto gli occhi curiosi e attenti dei numerosi visitatori (lo scorso anno furono circa 250 mila). L’apertura al pubblico del 4 settembre sarà anticipata da due giorni, durante i quali alcune delle principali aziende tecnologiche organizzeranno eventi e conferenze per fare importanti annunci e parlare del proprio futuro.

Anche Intel ha comunicato la propria presenza all’evento. Dopo aver ufficialmente lanciato i nuovi processori Intel® Core™ i7-6700K e Intel® Core™ i5-6600K sbloccati per PC desktop (nome in codice “Skylake”), e il chipset Intel® Z170 di supporto, in occasione dell’affollatissima Gamescom di Colonia, e dopo che Brian Krzanich ha esposto all’IDF di San Francisco le nuove frontiere dell’innovazione del computing, sarà l’IFA la prossima tappa per annunciare le ulteriori novità che ha in serbo l’azienda di Santa Clara.

idf-2015-project-tangoIn attesa di scoprire le innovazioni presentate in questo 2015, ripercorriamo, in una rapida carrellata, la storia dell’evento, ricca di pietre miliari del progresso tecnologico internazionale nel campo dell’elettronica.

L’IFA è tra le più antiche fiere in Germania. Nacque il 4 dicembre 1924 come “Grosse
Deutsche Funkaustellung”, dedicata all’ingegneria radiofonica, e subito ottenne un grande successo: 242 espositori, per circa 180 mila visitatori ospitati in un’area di oltre 7000 mq. L’affluenza entusiastica delle persone portò alla decisione di trasformare la manifestazione in un evento annuale.

Feierliche Eröffnung der VII. grossen Funk-Ausstellung am Kaiserdamm in Berlin. Prof. Einstein besichtigt Radioapparate.

Radio e televisione erano i temi centrali durante i primi anni di IFA. L’edizione del 1930, la settima, si aprì con un messaggio radiofonico di Albert Einstein. L’anno seguente, 1931, l’inventore tedesco Manfred von Ardenne presentò un sistema televisivo utilizzando un tubo a raggi catodici: era il primo televisore a tubo catodico. Nel 1933 fu la volta della presentazione del prototipo di un ricevitore radio, il Volksempfanger, del quale furono vendute centomila unità, e nel 1935 fu il primo magnetofono ad accentrare su di sé la scena.

Die Eröffnung der grossen deutschen Funkausstellung in den Ausstellungshallen am Kaiserdamm in Berlin ! Die Reihe der Prominenten von rechts nach links: Der Zweite von rechts, Reichsrundfunkkommissar Dr. Bredow dann Reichsinnenminister von Gayl, Reichsrundfunkkommissar Dr. Scholz, Polizeipräsident Dr. Melchert, und Oberbürgermeister Dr. Sahm, während der Eröffnungsfeier.

Dal 1940 al 1950 l’IFA fu interrotta per il conflitto mondiale, fino ai primi segni di ripresa dell’economia tedesca. Dal 1951 in poi la fiera si tenne con cadenza biennale, fino al 2005, quando fu reintrodotta la formula annuale. Inoltre, fino al 1971 la sede dell’evento non fu più Berlino, ma spostata di volta in volta nelle maggiori città della Germania Ovest.

Per l’edizione del 1995 si parlò di “prima manifestazione multimediale”. Lo standard DVB era il primo passo verso le trasmissioni televisive e radiofoniche digitali e vennero presentati anche i primi televisori al plasma. Nel 1997 Intel presentò la tecnologia Intercast™, adottata in quell’occasione dal canale pubblico nazionale tedesco ZDF, primo broadcaster in Europa ad offrire il servizio. Novità dell’anno il formato DVD, oltre che l’introduzione di videocamere digitali.

IFA_2010_Internationale_Funkausstellung_Berlin_123

I termini “digitalizzazione” e “multimediale” divennero sempre più comuni con l’approssimarsi del nuovo millennio. Il 2005 fu l’anno in cui Intel lanciò la tecnologia Intel® Viiv™, la prima piattaforma progettata espressamente per la digital home, e allo stand fu esposta una Mini Cooper multimediale, con la presenza di un PC con tecnologia di processore Intel® che permetteva ai passeggeri di guardare film, giocare ai videogame o leggere la posta elettronica, mentre il conducente poteva giovarsi dell’ausilio del sistema di navigazione. Un’edizione di gran successo, con l’aumento del numero degli espositori del 15%. Tra le altre aziende partecipanti, Epson presentò il prototipo di un videoproiettore LED dalle dimensioni ridottissime.

Il resto è storia recente, le cui pagine fluide, elettroniche, digitali, sono in continua e rapida innovazione. Nel 2014 l’IFA fu l’occasione per il lancio dell’Intel® Core™ M e produttori come Acer, ASUS, Dell, HP e Lenovo presentarono nuovi dispositivi con design ultra sottile e privi di ventola – come i 2 in 1 – basati sul nuovo processore.

L’attesa anche quest’anno è elevata, non resta che aspettare di conoscere cosa di memorabile avverrà nell’edizione di IFA 2015. Restate aggiornati.

9682194400_824b7b17c7_k

Condividi questo articolo

Argomenti correlati

Intrattenimento

Leggi il successivo